Come funziona un compressore a vite?

I compressori a vite sono un tipo di compressore rotativo volumetrico, grazie alla loro affidabilità, lunga durata e versatilità, sono ampiamente utilizzati in molti settori diversi. Rispetto ai compressori a pistone, sono complessivamente più efficienti e flessibili.

compressore a vite evoluto

Il principio di funzionamento di un compressore a vite

Innanzitutto diamo un'occhiata all'elemento "vite" o "pompante" di un compressore. La vite è costituita da due rotori che sembrano eliche, ciascuno con una forma e un numero di "scanalature"/"denti" diversi (il rapporto tra scanalature e  denti più comune è di solito 4:6). Durante la rotazione i denti del rotore si inseriscono nelle scanalature del secondo rotore creando un accoppiamento preciso e fluido. In poche parole, l'aria atmosferica viene aspirata in questo elemento a vite e trascinata lungo i due rotori, l'aria viene compressa man mano che il volume tra i denti del rotore diminuisce in direzione dall'aspirazione all'uscita.

I compressori a vite più diffusi sono compressori lubrificati con iniezione di olio. Per i processi dove non è accettabile la presenza di olio nell'aria vengono utilizzati compressori non lubrificati.

Il processo di compressione, in caso di compressore lubrificato, è il seguente:

Il principio di funzionamento di un compressore a vite lubrificato

Circuito dell'aria: L'aria viene aspirata attraverso il filtro e una valvola di aspirazione nell'elemento a vite (pompante) dove viene compressa ed entra in contatto con l'olio. La miscela di aria compressa e olio fluisce poi attraverso una valvola di ritegno nel serbatoio separatore aria/olio. L'aria ripulita dall'olio viene scaricata attraverso una valvola di scarico al radiatore dell'aria per il post raffreddamento. Durante il funzionamento a carico, la valvola di scarico è tarata con una pressione minima per mantiene la pressione nel serbatoio separatore al di sopra di un valore minimo necessario per la lubrificazione. Durante il funzionamento a vuoto, quando non è richiesta aria compressa, la valvola di aspirazione viene chiusa e una valvola di ritegno integrata a valle del compressore impedisce che l'aria compressa venga scaricata nell'atmosfera. Lo stesso avviene quando il compressore viene arrestato, la valvola di ritegno e la valvola di ingresso si chiudono, impedendo lo sfiato dell'aria compressa (e dell'olio) nel filtro dell'aria.

Circuito dell'olio: Nel serbatoio separatore aria/olio, la maggior parte dell'olio viene rimossa dalla miscela aria/olio mediante azione centrifuga. L'olio viene raccolto nella parte inferiore del separatore, che funge anche da serbatoio dell'olio. La pressione dell'aria spinge l'olio dal serbatoio attraverso un radiatore per il raffreddamento dell'olio e successivamente, dopo averlo filtrato con un opportuno filtro viene immesso nuovamente nel pompante. Il circuito di lubrificazione è dotato anche di una valvola bypass in uscita dal serbatoio che permette di evitare il raffreddamento bypassando il radiatore dell'olio quando questo non ha ancora raggiunto la temperatura ottimale di funzionamento, superato di 15°C il valore di set point tutto l'olio viene fatto passare attraverso il radiatore.  Una valvola di arresto dell'olio impedisce che l'elemento compressore venga inondato di olio quando il compressore si arresta.

Ultimi articoli del blog

Alup C67 belt-driven screw compressors

Quale compressore che mi occorre?

Le considerazioni da fare quando si acquista un compressore sono molte. Di che taglia ho bisogno? Quale tipo di compressore è migliore per la mia applicazione? Qual è la pressione di esercizio migliore per le mie esigenze? Ulteriori informazioni qui!