Domande frequenti sugli essiccatori d'aria

In quali circostanze e perché è necessario un essiccatore d'aria?

Consigliamo un essiccatore d'aria compressa per quasi tutte le applicazioni di aria compressa. Questo perché durante la compressione dell'aria è normale il formarsi della condensa. Questa condensa (acqua) può avere in effetto dannoso sulla rete di tubazioni , sulle macchine e sugli utensili che utilizzano l'aria compressa. L'uso di un essiccatore permette di rimuovere la condensa nell'aria compressa ed è necessario per proteggere i tuoi impianti.

Una notevole quantità di acqua e condensa nel flusso d'aria può causare gravi danni alle apparecchiature e alla produzione. L'acqua nel sistema dell'aria compressa può:

  • provocare corrosione e ruggine nelle caldaie e nelle tubazioni
  • contaminare l'olio e il lubrificante negli utensili pneumatici e nei cilindri
  • causare gocce sulle superfici spruzzate con aria compressa

Un essiccatore d'aria compressa rimuove l'acqua condensata indesiderata, fornendo aria secca e impedendo la formazione di ruggine e corrosione.

Qual è la differenza tra un essiccatore a refrigerazione e un essiccatore ad adsorbimento?

Gli essiccatori a refrigerazione utilizzano il ciclo frigorifero con un gas refrigerante per raffreddare l'aria compressa e quindi rimuovere la condensa d'acqua dall'aria. Con questa tecnica è possibile raggiungere una temperatura di almeno 3 °C. Gli essiccatori ALUP sono dotati di gas refrigerante R134a, R410A o R45A. Questo gas ha il più basso impatto ambientale possibile e non influenza lo strato di ozono.

 Gli essiccatori ad adsorbimento utilizzano materiale assorbente per rimuovere l'umidità dall'aria compressa. Con questo metodo è possibile raggiungere un punto di rugiada di -20 °C, -40 °C o -70 °C.

Quale essiccatore d'aria compressa dovrei scegliere?

La scelta di un essiccatore d'aria compressa dipende dai requisiti funzionali per l'aria nell'impianto, dalle normative (quali BRC, BCAS, IFS e Farmacopea, solo per citarne alcune) e dall'applicazione.

Un essiccatore a refrigerazione è il tipo più utilizzato per l'aria compressa. Raffreddando la temperatura a circa 3 °C, la maggior parte dell'umidità viene rimossa e l'aria compressa è adatta per il 90% delle applicazioni. Utilizzando un essiccatore a refrigerazione viene soddisfatto il requisito di purezza dell'aria secondo la norma ISO 8573-1: 2010 classe 4.

L'uso di un essiccatore ad adsorbimento è consigliabile quando l'aria compressa deve avere un punto di rugiada in pressione ancora più basso. Gli essiccatori ad adsorbimento hanno un punto di rugiada in pressione compreso tra -20 °C, -40 °C o -70 °C. L'essiccazione ad adsorbimento viene spesso utilizzata in applicazioni nel settore alimentare, farmaceutico, medico e chimico.

I nostri tecnici di vendita saranno lieti di consigliarti sulla scelta dell'essiccatore d'aria compressa più adatto alle diverse esigenze.